Day By Day Vivere da Solo

Bamboccioni? No, grazie

L’altro giorno ho assistito ad una scena bellissima (o patetica ad esser proprio sinceri), in pratica la mammina di un fanciullo di 36 anni,  (36 ho detto, non 10, non 12, non 15, ma 36 anni suonati!), si lamentava che il il povero poppante ancora non aveva trovato l’anima gemella, perchè, a detta del figliolo, le ragazze di oggi o sono impegnate o sono sgualdrine (si, signori e signori, proprio sgualdrine) o non sono come mamà.

“Cara mamma, io vorrei solo una fanciulla che sappia far da mangiare, che sappia stirare le camice come solo tu sai fare, che mi rimbocchi le coperte, che mi prepari le pantofole e che sia almeno un pochino come te, mammina”

Io sono rimasta basita, avete presente quando l’unica cosa che vi resta da fare è alzarvi ed andarvene, così, senza preavviso… ecco, l’avrei anche fatto se non avessi avuto una colata lavica di colore in testa.

La signora (mammina), imperterrita, senza neppure accorgersi che in quella sala c’ero io (single, 36 anni, da 16 vivo sola, ho visto per lo meno al di là di entrambi gli oceani, ho una laureetta e un lavoro..), un’altra mamma (la mia) e un’altra ragazza (stessa età, sposata, con figlio che è arrivata dall’Albania con un motoscafo), nel suo sproloquio ed elogio sul povero figliolo, che, si aveva trovato una perla, ma poi chissà come mai questa l’ha lasciato.. la stronza!!

Cara mamma del bamboccio, ieri mi sono trattenuta, perchè sarei stata maleducata, ma qui posso darci dentro e vado ad incominciare.

La stronza se n’è andata perchè aveva un po’ di sale in zucca e ha capito che: primo, doveva competere con mamà e visti i tuoi 100kg non era cosa facile; secondo: ha annusato che la vita accanto a tuo figlio prevedeva un letto a tre piazze; terzo: noi ragazze di 36 anni siamo più sveglie di quei 4 figli che tenete nella bambagia ed è meglio sole, ma col mondo tra le mani, che con uno di questi, la suocera e tutti gli annessi e connessi. Sai che c’è? tuo figlio, tienitelo, accudiscilo, soffiagli il naso e lascia che vada a fare un weekend a Varigotti…

Mia mamma mi ha allevato per saper stare al mondo, volente o nolente, mi ha insegnato a prendermi cura di me in primis, di essere attenta agli altri, di rispettare il prossimo e mi ha insegnato dal guardami bene da chi al mondo non ci sa stare. Capito cara la mia signora!?

E tranquilla, tra un po’ il tuo caro pupillo avrà bisogno di una bella ed aitante badante che vedi come te lo concia, altro che le sgualdrinelle di cui tu tanto di preoccupi.

Per dovere di cronaca, tizio vive in casa, perchè la casa è grande, perchè non sa cucinare e “vuoi mica che mi si deperisca”, perché “cavolo, guarda che hai la forfora”, perchè “poverino ha sofferto tanto”….

Io non ho nulla contro miei coetanei o simili che vivono in casa, oggi giorno non è facile essere economicamente indipendenti, ma farsi “allattare” per tutta la vita, lo trovo eccessivo.

In conclusione, meglio SOLE che accompagnate da fidanzato e mamà e fanciulli (perchè ahimè voi siete la maggior parte), abbandonate le mamme troppo ingombrati, che vi rovinano solo la vita e non credetegli quando vi dicono che le ragazze di oggi sono delle poco di buono, sappiamo solo stare al mondo un po’ più di voi e se sapete prenderci siamo in grado di fare di voi degli UOMINI.

valigia-Ste

You Might Also Like

11 Comments

  • Reply
    farefuorilamedusa.com
    14/09/2013 at 6:59 PM

    Ciao Sandra!
    Grandissimo finale. Nella parte centrale mi sono diverito, ma avrei gradito qualche parolacce, non necessariamente così -acce. Anche “animale preistorico” e “succhiaombelichi emorroidale” sarebbero andati benone. 🙂
    Abbraccio!

    Ben

    • Reply
      Sa
      14/09/2013 at 7:01 PM

      Tengo sempre molto al tuo giudizio e ti ringrazio per aver letto e commentato il pezzo..
      Ne ho li uno pieno di acce, ma non è ancora il momento per pubblicarlo.. 😛
      Alla prossima!
      Sa

  • Reply
    Pandina
    14/09/2013 at 9:43 PM

    .. E soprattutto, per fare le cameriere vogliamo stipendio e contributi 😉 Grazie Sa 😛

    • Reply
      Sa
      14/09/2013 at 10:09 PM

      Bella li la mia amica! Vedo che hai capito il senso della cosa, non avevo dubbi…

  • Reply
    AZ
    17/09/2013 at 10:09 AM

    Sante Parole! (prima o poi scrivero’ un post sugli ingegnerini italiani di stanza nel deserto che sostituiscono la mamma col datore di lavoro 🙂

    • Reply
      Sa
      17/09/2013 at 10:11 AM

      Non vedo l’ora di leggerlo! Se tanto mi da tanto il mio soggetto è solo un principiante….

  • Reply
    Daniele Bailo
    17/09/2013 at 3:49 PM

    Bello, bello.
    Però scusa, inquantocheancheio appartengo alla categoria degli uomini (oddio poi adesso con tutti questi gender mi vengono pure i dubbi se io sono io perchè ho scelto di essere io oppure qualcuno mi ha convinto che in effetti io sono io perchè dal di fuori sembravo io, quindi eccomi qui a fare il maschio che porta i pantaloni con dentro gli attributi solo perchè in effetti gli attributi ce li ho, ma poi vai a vedere se psicologicamente ho deciso proprio di averl o è un lavaggio del cervello di questa società sessuofobica che siccome sei maschio fuori ti convince che sei maschio anche dentro…) chiudo la parentesi, dicevo: non è che proprio tutti siano bambocci bambocci.
    Certo, quelli che lo sono meritano punizioni gravissime.
    Ma anzi, già se la danno da soli, a stare con le mamme che sembrano fusti di nafta, imboccati come poppanti. E non sanno che a stare attaccati alle poppe della mamma si perdono quelle delle donne vere (e qui chiudo non vorrei sembrare un maniaco. Che poi magari lo sono, ma la società mi ha convinto che non lo sono, se poi però scavo, eccolo che esce fuori, quello che ama la poppa della 30 anzichè quella della mamma 65enne: si, scusate, sono un porco, avete ragione).
    Concordo con Ben. Qualche turpiloquio la mia psiche lo avrebbe gradito (parlo – ovviamente – della parte della mia psiche influenzata dalla convinzione culturale del tutto discutibile che sono un uomo solo perchè fisicamente lo sono).

    • Reply
      Sa
      17/09/2013 at 9:08 PM

      Grazie Daniele per averci illustrato il punto di vista maschile (bada bene, non bamboccione), ora la discussione è molto più completa e soprattutto non di parte.
      Sono contenta che hai apprezzato il tutto, questo mi fa ben sperare sul genere, c’è ancora qualche speranza…. fiuuuuu!

  • Reply
    bitchorwise
    17/09/2013 at 10:14 PM

    Quindi, da qui ai 36, speranze zero di trovare un uomo, che si possa definire tale!?
    E se un giorno mai, mi dovessi stancare, o non mi dovesse più bastare “meglio sola che mal accompagnata”, oltre quale oceano devo andare a cercare??

    • Reply
      Sa
      17/09/2013 at 10:22 PM

      Credo che non ci resta che Luna, come cantava qualcuno… Comunque se trovo qualche soluzione o esemplare raro di uomo, faccio un fischio!
      Sa

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: