Vivere da Solo

Quando la sfiga elettrodomestica colpisce ancora…

e dopo il condizionatore e la caldaia, è giunto il momento di dire addio alla lavatrice. Ebbene si, la rivolta degli elettrodomestici di casa Ch non è ancora finita, chi sarà il prossimo? Ho qualche idea, ma per ora non vi svelo nulla.

Ma veniamo alla lavatrice, 10 lunghi onorati anni di servizio, due traslochi e una serie infinita di lavaggi a bassa e alta gradazione, con e senza anti-calcare, insomma una carriera di tutto rispetto; poi, di punto in bianco i lavaggi diventano una schifezza, il bucato ha delle strane macchie e soprattutto, resta tutto fradicio, nonostante la centrifuga a 2000. Una tragedia! Soprattutto in questa mezza stagione in cui non si accende il riscaldamento e fuori diluvia, neanche fosse la stagione delle piogge (o forse si?).

Prima di arrendermi decido di intervenire, qualche ricerca su google, un po’ di fantasia e attacco la lavatrice con fare deciso, tento una pulizia intensa e profonda, smonto il filtro (che porcherie contiene?), mando la centrifuga a tutto vapore, provo con lavaggio a 90°, roba tosta. Ma al primo lavaggio è come se nulla fosse successo…

E ora che si fa? Semplice, tocca cercarne un’altra, paro col “Gran Tour delle Lavatrici”, vagando da un centro commerciale ad un altro, studiando prezzi, caratteristiche, lavaggi, cestelli, kg, centrifughe, classi A+, A++, A che dovrebbe tendere ad infinito. Poi ci sono le misure, con carica dall’alto, con carica frontale, larghe strette, lunghe e bislunghe.. insomma non capisco niente! Bisogna cambiare approccio, magari grazie ad un bel commesso tutto muscoli e tatuaggi, ma quanto ne sa di lavatrici? Uhm, forse è meglio una gentile vecchina con anni e anni di lavaggi alle spalle? Ma no, il commesso muscoloso fa certamente al caso mio.

Devo però restare lucida, perchè devo assolutamente avere una serie di cose imprescindibili: lavaggio rapido, centrifuga, silenziosità e consegna/recupero dell’usato e allacciamento.

Dopo un’estenuante trattativa me ne vado alla cassa con la mia lavatrice nuova, o meglio, con il foglio con cui striscio la mia povera carta e mi aggiudico: LA LAVATRICE NUOVA!

La consegna è prevista per sabato prossimo, ad una non ben definita ora tra le 9 e le 18, intanto continua la saga dell’acqua alta in casa Ch e i panni si accumulano inesorabili, tanto che “Sepolti in Casa” è roba da principianti.

lavatrice1

You Might Also Like

No Comments

    Leave a Reply

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: