Programma

Tutti pazzi per… Pechino Express

Si, lo so che vi devo scrivere del Nepal, ma mi è presa questa ispirazione e non posso lasciarla andare, anche perché vi parlerò del mio programma preferito, quello per cui aspetto un anno intero neppure fosse il mio matrimonio o debba pagare io, di tasca mia, il biglietto dell’aereo ai concorrenti. 

Allora trattasi di reality-documentario, alla terza edizione, trasmetto da Rai2 e solo per questo vale la pena pagare il canone; ci sono 8 coppie di vario genere e corrono lungo un percorso che si snoda in vari paese, uno più bello dell’altro. La prima edizione ha fatto viaggiare i nostri eroi, zaino in spalla, attraverso India, Nepal e Cina; il secondo anno è stata la volta dell’Indocina quindi abbiamo visto Cambogia, Vietnam, Laos e Thailandia; questa terza edizione invece è partita dal Myanmar (Birmania), per poi raggiungere Malesia, Repubblica di Singapore e Indocina, con finale a Bali. Le regole sono semplici, i concorrenti, con un euro a testa al giorno, possono spostarsi solo grazie ai passaggi gratis e chiedere ospitalità per dormire ai locali, il tutto condito da prove immunità, handicap e bonus. Ci vuole tanto spirito di avventura, un po’ di pazzia e un culo pazzesco! Se no col cavolo che ti tirano su in mezzo al nulla della profonda Asia.

Ho visto coi miei occhi parte del percorso della prima edizione e posso assicurarvi che è tutto vero! Le case dove hanno ospitato “sportivi”, “attori”, “veline” etc sono esattamente come in tv: cadenti, povere, sporche e immerse in un paesaggio spettacolare! Vuoi mettere rinunciare ad un doccia ma dormire con la vista sui templi birmani al tramonto? Io ho già lo zaino pronto, perché il viaggio non è solo quello dei concorrenti, ma anche il tuo, quello che fai con loro dal tuo divano, sognando solo di poter partire anche tu. 

Ci sono gruppi d’ascolto, serate tra amici per seguire la gara oppure gruppi di malate di mente che commentano a distanza con whatsapp e ridono come matte come se fossero sullo stesso divano (noi siamo queste, siamo in 4 e siamo lontane), si sprecano i tweet, gli # e i commenti su FB, insomma va di moda e piace, grazie ai viaggiatori e al simpaticissimo Costantino della Gherardesca che, con la sua ironia e le sue fobie, ti racconta i luoghi che stai visitando (nella prima serie c’era il Principe Filiberto, non male, ma nulla che si faccia ricordare), e poi come ex viaggiatore sa bene come funziona.

Quindi, ricapitolando: 8 coppie (famosi e non), un presentatore, un sacco di km, uno scenario da sogno, uno zaino e tanta avventura! Un ricetta semplice, ma di grande successo anche se, la prima puntata di questa edizione, ha raggiunto solo il 3° posto dell’auditel (se qualcuno di voi ne fa parte me lo dica, che sta cosa mi ha sempre incuriosito), al primo c’era una roba che si chiama “il restauratore 2” (fiction? bah, il titolo promettere una cosa di una noia mortale), ma non importa perché gli affezionati non mollano!!

Quest’anno siamo appena partiti e le coppie non ci sono ancora famigliari anche se troviamo la Pina, che per i fan di radio Deejay è un istituzione, poi la Celentano, si si, quella del collo del piede di Amici, che qui pare mansueta e tutta concentrata sulla gara, questo per citare le più popolari. Si sta cercando di capire per chi tifare e i concorrenti si stanno abituando con le dinamiche di viaggio. Per quanto mi riguarda ho già qualche preferenza e qualche antipatia e non vedo l’ora che sia lunedì prossimo!!

ok ok, ora il lunedì non fa poi tanto schifo!

Viaggiatori: zaino in spalla! Riparte la gara!

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-264a1f39-b6f2-4765-b4f9-3548a3b4e6db.html#p=

media

 

ps: crea dipendenza e ha un effetto collaterale devastante: fa aumentare in modo esponenziale la voglia di viaggiare e le mete da raggiungere.

You Might Also Like

No Comments

    Leave a Reply

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: