Attimi Day By Day

Il Viaggio come Conoscenza

Dal mio profilo FB:

“In merito a quanto successo a Berlino mi sento di dire solo questo: continuerò a viaggiare, ad esplorare città, a sbirciare nelle vetrine, a mangiare per strada, a stringere mani e lasciare saluti. Non Fermerò la mia voglia di scoprire solo per la paura che mi possa succedere qualcosa. La Paura non deve condizionare la nostra vita e le nostre esperienze! Io viaggio perchè il mondo ha bisogno di persone che si incontrino e si conoscano….”.

Sono stra convinta delle mie parole, perché la strategia del terrore si basa proprio su questa idea di paralizzare le persone, farle sentire sotto tiro, impedire loro di muoversi… questi atti di terrorismo vogliono impedirci di trovarci, di sentirci cittadini del mondo, confrontandoci, conoscendoci e capendoci attraverso le tradizioni di ognuno. Credo che non ci sia nulla, come il viaggio, in grado di avvicinare i popoli attraverso la conoscenza reciproca, bisogna continuare a muoversi, collezionare incontri, parlare e andare oltre i pregiudizi.

Quanti sono entrati in una moschea? E’ un luogo di pace, un posto dove la gente prega, sorride, vive, è vero, le donne devono essere velate, ma anche le nostre nonne andavano in chiesta col velo, nero, o sbaglio?

Quanti hanno pregato in tempio induista? Qui è il caos ad avere la meglio, caos di persone, di scarpe lasciate fuori, di odori forti, di colori sgargianti! Gesti per noi lontani, ma così veri e profondi.

Quanti hanno pranzato con una famiglia cinese? Non ti offrono cani o altre diavolerie, sono come noi, ma con la loro tradizione millenaria, articolata e complessa, in confronto l’Impero Romano era roba da dilettanti.

Se non avessi viaggiato non credo che avrei potuto vivere queste esperienze e visto che non voglio precludermene altre, io continuo a viaggiare, nonostante tutto! Non ho paura di salire su un aereo o scendere nel ventre di una metropolitana.

Se le cose dovessero andare male, almeno stavo facendo qualcosa che mi fa sentire viva, che mi fa sentire parte di qualcosa di grande… Va bene così!

Ora qualcuno storcerà il naso e penserà che il destino non esiste, può darsi anche quello, ma sinceramente preferisco rischiare la mia vita scoprendo il mondo che uscendo di casa e inciampando sul marciapiede dissestato del mio paese.

Ognuno fa le sue scelte e decide di vivere la vita come meglio crede, lo rispetterò sempre, io ho deciso che il viaggio è per me la fonte principale di conoscenza e stimolo per essere una persona migliore, per avere una mente aperta e conciliante. Il Viaggio come esperienza di crescita.

travel-peace

You Might Also Like

1 Comment

  • Reply
    Sofia passo dopo passo – PasSaPorto e Colori
    21/02/2017 at 10:54 AM

    […] nostra guida, Martin, davanti alla moschea ha detto una cosa che mi appartiene e che vorrei fosse un messaggio per tutti: viaggiare è importante, apre la mente, permette di conoscere le altre persone, coi loro usi e […]

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: