Food Ricette

I Love Cheesecake: la mia ricetta preferita

Ebbene si, per questo San Valentino vi regalo la ricetta della mia Cheesecake! Quanto sono buona? Visto che per me non sarà una giornata speciale, mi piacerebbe che lo fosse la vostra, magari grazie a questa torta che amo! (ehm è anche l’unica, con lo Sticky Toffee Pudding, che so fare)

Ma prima di svelare i miei segreti vi racconto la storia di questo dolce dalle mille versioni e gusti. I primi riferimenti alla cheesecake risalgono all’antica Grecia: correva l’anno 776 a.C. quando, nell’isola di Delos, servivano questa delizia agli atleti impegnati nei primi giochi olimpici. Altre tracce della sua esistenza si trovano anche presso i nostri cari bisnonni romani! In entrambe le ricette si parlava di formaggio di pecora e miele, a volte anche foglie di alloro.

Diciamo che, ai giorni nostri, la discriminante maggiore è cruda o cotta, io preferisco la variante cotta American Style, tant’è che la ricetta che segue arriva direttamente dagli USA! Ma nessuno vieta di modificarla, aggiungendo aromi e variandone il gusto a proprio piacimento (la foto in fondo al post è di una versione al cioccolato).

Un’altra caratteristica di questa torta, che viene prodotta in tutto il mondo, è che ognuno può usare il formaggio che più preferisce e che fa parte della propria tradizione, quindi con il termine cheesecake si indicano molteplici varietà di dolce: in mongolia viene fatta con il formaggio di latte di yak e zenzero, mentre in Bulgaria (spero di provarla di persona), alla classica crema di formaggio vaccino vengono aggiunte le arachidi. E’ giusto dire: paese che vai cheesecake che trovi.

Ma come siamo arrivati dalla ricetta del  776 a.C. alla nostra versione? Nel 1872 un lattaio americano (James L. Kraft) mentre cercava di creare il formaggio francese Neufchatel, inventò il formaggio fresco pastorizzato che poi chiamò Philadelphia, in onore della città dove era stato creato e, nel 1880 iniziò la grande diffusione di questo prodotto e il suo utilizzo per la preparazione della moderna cheesecake, di cui è base indiscusso. So che molti utilizzano mascarpone, ricotta o altro, ma io seguo alla lettera la tradizione per cui solo Philadelphia!

Intanto lo so che non vi interessa la genesi di questa prelibatezza, per cui passiamo alle cose serie: RICETTA! Cheesecake time!

cheesecake-robot

Ingredienti per la base:

  • Biscotti Digestive 250 g
  • Burro 125 g
  • Zucchero di canna 2 cucchiai
  • Cannella in polvere 1 cucchiaino
  • Zenzero ½ cucchiaino

Ingredienti per la torta:

  • Zucchero 200 g
  • Succo di limone 2 cucchiai
  • Formaggio fresco spalmabile 500 g
  • Uova medie 2
  • Tuorli (di uova medie) 2
  • Panna fresca liquida 200 ml
  • Sale grosso 1 pizzico
  • Bustina di Vanillina o altro aroma

Procedimento per la base:

Prima di tutto preparate la teglia, io uso una di quelle con cerniera classiche, imburrate appena appena la base e bordi per riuscire ad appiccicare la carta forno (io ricavo la base tonda e delle strisce per i bordi) a questo punto passiamo alla base vera e propria.

Io utilizzo un semplice robot da cucina (non la planetaria super figa che costa quanto un rene al mercato nero), verso i biscotti, lo zucchero di canna e le spezie (a seconda del mio gusto personale), poi faccio andare alla massima potenza così da ridurre i biscotti in una grana sottile sottile. Nel frattempo preparo il burro sciolto in un pentolino, incorporo ai biscotti con attenzione, devono essere ben imbevuti. Poi verso il composto nella teglia e con un cucchiaio copro bene la base e compatto il tutto. Infilo la teglia in frigo mentre preparo il resto, così si solidifica un po’.

Procedimento per la torta:

Sempre nel robot di cui sopra, dopo averlo pulito bene, io verso per primo il formaggio e lo zucchero, poi avvio il tutto e piano piano aggiungo: panna, uova (due intere e due tuorli), aroma scelto e due cucchiai di limone, per finire il pizzico di sale. Lascio che il robot amalgami per bene per un po’, almeno due minuti abbondanti ma fate attenzione che non ci siano grumi e accumuli di formaggio, nel caso aiutatevi con una spatola.

La crema risulterà piuttosto liquida, quindi andate a riempire la teglia con la base e infilate in forno, il quale deve essere pre riscaldato a 180°, usate la funzione statico e impostate il timer a 50 minuti.

La torta tenderà a crescere, sopratutto verso fine cottura, voi non vi preoccupate e lasciatela fare. Scaduti i 50 minuti, avrà una bella consistenza e un colore appena dorato, spegnete il forno e lasciatela dentro per almeno mezz’ora, passata la quale potete procedere con l’estrazione. Piano piano perderà spessore, acquistando la classica forma concava, appena raffreddata mettetela in frigo per almeno una notte.

Come si serve la cheesecake? Semplice: come più vi piace!! Io adoro gustarla con una salsetta ai frutti di bosco (mix o singoli) che, grazie alla loro nota aspra rende più fresco l’insieme, ma anche il topic al caramello ha il suo perchè.

Salsa! E la Cheesecake è servita.

Se volte provare una delle mie salse questa è il procedimento che uso io: due scatolini di lamponi (o mirtilli, o more, o fragole, o tutto insieme), due cucchiai di zucchero e un cucchiaio di limone; versate tutto in una pentolino e fate cuocere a fuoco vivo fin tanto che non bolle il composto. Frullate e filtrate (così da togliere i fastidiosi semini). Lasciate raffreddare.

Togliete la torta dal frigo mezz’ora prima di servirla così che non sia troppo fredda, poi una volta tagliata e impiantata fate colare sopra un cucchiaio di salsa scelta! Mi raccomando non prima, se no il formaggio assorbe il tutto!

cheesecake-con-cioccolato

cheesecake-cuore

Gustare con calma e Buon San Valentino!

cheesecake-cuore

 

You Might Also Like

1 Comment

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: