Europa Granada In Pillole Spagna Zaino in Spalla

Granada in pillole

Dopo avervi lasciato un piccolo racconto sul mio quartiere preferito di Granada (Albayzìn) eccovi le mie pillole!

Dove ho alloggiato:

  • Pension Mesones: pensione a metà strada tra un ostello e un alberghetto, in pieno centro a Granada, personale gentile e disponibile, tutto molto pulito e nonostante il bagno in comune non ci sono code da fare. La camera viene rifatta ogni giorno e nonostante affacci su vie caotiche si riesce a dormire. Inoltre la colazione che viene servita, seppur semplice è buona.

Dove ho mangiato

  • El Pescaito de Carmela: qui ho pranzato e cenato due volte, pesce ottimo, proprio sotto l’hotel, prezzi competitivi. La miglior paella nera mangiata!!
  • Uno dei ristoranti sotto al pergolato in Paseo de los tristes: decisamente nulla di che, anzi, propongono un menu turistico, con lo stesso prezzo. Io ho preso una tortilla de patatas, terribile! State alla larga!
  • Panadería María: tra le viuzze del Albayzìn ho preso un’enpanada e due focaccine in questo forno super fornito, una sosta buona e super economica.
  • Bistrò Granada: dietro all’hotel nella piazza accanto alla cattedrale, ho fatto solo colazione, ma non mi fatto una grande impressione anche se la brioches era buona!
  • Tetetia Naziri: qui mi sono fermato a bere un ottimo te verde al limone, menta e cannella. C’erano anche dei dolcini niente male, ma non me la sono sentita, visto il caldo.
  • Yummy: localino proprio sotto la mia pensione dove mi sono fatta preparare una granatina al limone davvero ottima, altro che succhi già pronti o sciroppi. Se vi capita non esitate ad entrare.

Cosa non perdere:

  • Alhambra: non si può andare a Granada e non visitarla! Vi lascio il mio racconto.
  • Albayzìn: il quartiere più bello e caratteristico che abbia mai visto, anche qui vi lascio il mio racconto.
  • Bus turistico: un buon modo per spostarsi in città, il giro completo dura 1 ora e venti minuti, io ho fatto il biglietto per due giorni a 12 euro. Toccando tutti i luoghi più caratteristici fa risparmiare un sacco di cammino!

Il resto lo trovate come sempre nelle guide e per tanto non mi dilungo oltre.

Costi:

Bus: da Siviglia a Granada 7,28 euro prenotati con anticipo su Busbud (è stata la tratta più lunga di circa 3 ore, il bus non effettua soste e non c’è il bagno a bordo).

Pernottamenti: n. 4 172,38 euro (importo totale di tutti i pernottamenti andalusi)

Volo: Ryanair 74,44 euro

You Might Also Like

3 Comments

  • Reply
    Silvia Demick
    20/06/2017 at 8:07 PM

    Utilissime queste guide di viaggio: con tutte le informazioni necessarie per chi vuole organizzare un viaggio. Sto pensando di salvarle in pdf nella cartella dei posti da vedere, così in un unico posto c’è tutto quello che serve 🙂

    • Reply
      Sandra
      20/06/2017 at 8:13 PM

      Ciao Silvia!! Idea che aveva già stuzzicato la mia testolina bacata, per cui non escludo di fartele trovare io già pronte! 😉
      Però ci vuole pazienza, anche perché io nel frattempo mi sono anche ammalata… 😔
      Però scrivo!!
      A presto!

  • Reply
    Cordoba: due giorni tra patii e fortificazioni – PasSaPorto e Colori
    27/06/2017 at 12:42 PM

    […] lasciato Granada a mezzo giorno (di fuoco) e sono arrivata a Cordoba alle 14:45 circa, con lo stomaco sotto sopra, […]

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: