Europa Irlanda Programma Viaggio di gruppo Zaino in Spalla

Irlanda DEL SUD ON THE ROAD – ISTRUZIONI PER L’USO

Eh niente, tocca ripartire, questa cosa del Tour Leader mi sta sfuggendo di mano, quindi: nuovo gruppo, nuova destinazione. Irlanda arrivo!

Andiamo a sud, e di nuovo on the road, saremo nuovamente in 12 sconosciuti pronti a lasciarci incantare da questa terra così magica, io non vedo l’ora e voi?

Itinerario più semplice delle mie scorse visite (con questa saliamo a 4!!), infatti toccheremo le località più conosciute e gettonare dell’isola di Smeraldo, me non per questo meno belle e curiose.

Itinerario

  1. ITALIA – DUBLINO
  2. DUBLINO
  3. DUBLINO – GLENDALOUGH – KILKENNY (125 KM)
  4. KILKENNY – CORK (162 KM)
  5. CORK – KILLARNEY NATIONAL PARK – KILLARNEY (90 KM)
  6. KILLARNEY – RING OF KERRY – KILLARNEY
  7. KILLARNEY – CLIFFS OF MOHER – DOOLIN (185 KM)
  8. DOOLIN – ISOLE ARAN – GALWAY
  9. GALWAY – DUBLINO
  10. DUBLINO – ITALIA

Tappa per tappa Irlanda del Sud On The Road

Tralasciando Dublino, a cui dedicherò un post tutto suo, visto che nelle precedenti occasioni non l’ho fatto, partiamo con questo giro parziale dell’isola.

irlanda-del-sud-on-the-road-mappa.png

Prima tappa – 3° giorno

Partiamo da Dublino destinazione Glendalough, lungo la dorsale delle Wicklow Mountains, qui ci fermeremo per una bella passeggiata tra i resti del sito monastico.

Infatti da cui partono alcune passeggiate molto semplici che costeggiano i due laghi, tra boschi e fiori. Io ho visto questo posto col sole e con la pioggia e devo dire che ha un fascino tutto suo con entrambe le situazioni meteorologiche!

Non avremo molto tempo, ma sicuramente quello necessario per goderci questo posto così particolare.

iralnda1.jpg

iralnda_2.jpg

Poi risaliremo in macchina, destinazione Kilkenny! Cittadina molto vivace in termini di pub e dal sapore medievale, grazie al suo Castello e alla Chiesa Nera. Qui lasciamo le macchine e iniziamo l’esplorazione a piedi, ci sono degli angolini davvero interessanti. Inoltre come scritto nel programma, abbiamo anche una fabbrica di birra da esplorare!

Poi vorrei portarvi a cena in un pub davvero particolare, infatti sorge all’interno della casa di Alice.. chi è Alice? E’ una strega, che pare amasse uccidere i suoi mariti con il veleno estratto da funghi! Vi sfido: chi mangerà funghetti fritti con me? La prima volta che sono stata in questo posto il menu era solo a base di funghi, ora le cose sono cambiate e posso assicurarvi che i dolci sono davvero spettacolari!! (Sticky toffeee pudding su tutti!!).

irlanda_3.jpg

Se sopravviviamo alla mangiata, ci godremo una notte qui! Il secondo giorno visiteremo quello che non siamo riusciti a vedere e poi ripartiamo verso sud!

Seconda tappa – 4° giorno

Dopo il primo approccio con Kilkenny, la mattina del terzo giorno visiteremo quello che non siamo riusciti a goderci il giorno prima e poi partiamo per Cork.

Lungo la strada (se saremo puntuali e bravi), magari possiamo aggiungere qualche tappa veloce per poter vedere il più possibile, ma sappiate che in una di queste tappe vedremo il pontile dove il Titanic ha attraccato prima della sua triste fine!

Arrivati a Cork lasciamo i bagagli e partiamo alla scoperta di questa città, so che molti non l’apprezzano, mentra a me è piaciuta moltissimo, quindi spero di farla piacere anche a voi!

Da vedere e “assaggiare” l’English Market, con i suoi banchi stracolmi di cose buonissime e la sua architettura in stile liberty, la passeggiata lungo il fiume con i negozi e i bar sulla passerella di legno e poi la Cattedrale, come da programma, ma trovo che sia bello andare anche verso il porto per vedere le imbarcazioni che risalgono il fiume oppure fare un giro per i sobborghi… insomma cercheremo di vivere anche questo posto nella sua interezza!

cork

cork

Terza e quarta tappa – 5° e 6° giorno

Lasciamo Cork e le “città” per immergerci nei panorami che hanno reso famosa l’Irlanda, destinazione Killarney.

E’ una bellissima cittadina a ridosso del famoso Ring Of Kerry, una penisola lussureggiante e impervia, ma stupenda, per poter vedere ogni angolo servono giorni, ma noi ne avremo solo uno, tranquilli, riusciremo a vedere le cose principali godendoci le soste strategiche (io l’ho fatto in un pomeriggio!!).

killarney

La sera andremo in qualche pub a goderci la compagnia degli irlandesi, davanti ad un piatto di succulento stufato alla Guinness! Inoltre se il clima sarà piuttosto fresco qui troveremo un negozio dedicato alla lana, con caldi maglioni e stupende sciarpe.

Queste due giornate saranno così dedicate al Parco Nazionale e poi al Ring of Kerry, sarà un immersione completa nel verde d’Irlanda, non vedo l’ora!!

Lungo il Ring of Kerry inoltre incontreremo dei piccoli villaggi di pescatori, se riesco a trovare la mia primissima guida, mi piacerebbe portarvi su una spiaggia spettacolare, quasi caraibica… sto rovistando!!!

Quinta tappa – 7° giorno

Oggi partiamo di buon mattino, ma non prima di aver fatto una buona colazione, destinazione: Cliff Of Moher.

Io le ho viste tre volte e tutte e tre le volte col sole!!! Se tanto mi da tanto anche al quarta volta sarà un successo! Qui lasciamo la macchina e entriamo nel sito da cui partono delle tranquille passeggiate lungo la costa sopra le belle scogliere… Ci capiterà di sentire suonatori di arpa celtica mentre il vento soffia forte…

Uno spettacolo davvero!

Chi non ha voglia di camminare può sdraiarsi sul verde prato irlandese e rilassarsi, oppure andare al visitor center dove c’è anche un piccolo museo e tante cose interessanti, non c’è un ristorante con vista.

Questo posto accontenta proprio tutte le esigenze.

Nel pomeriggio riprendiamo le nostre auto e puntiamo la bussola verso nord e andiamo a Doolin dove l’indomani ci aspetta un’altra avventura niente male.

cliff

Sesta tappa – 8° giorno

Noi da Doolin ci imbarcheremo la mattina (costo del biglietto a/r 25 euro a testa) verso Insihmore, che è la più grande delle tre isole, qui possiamo decidere di affittare le bici e lanciarci alla scoperta di questo posto così incredibile, se siamo fortunati potremmo avvistare la foche che sguazzano beate, oppure salutare le mucche al pascolo, se invece la bici non fa per noi c’è un simpatico trenino/pulmino che fa il giro dell’isola.

Perchè proprio le Aran? Perchè sono incontaminate, la natura è selvaggia e vera, inoltre ci sono delle antiche fortezze (ora ruderi) da esplorare e se il tempo sarà clemente magari ci scappa un tuffetto in una delle spiagge non a picco sul mare, ma dotate di sabbia quasi caraibica…

Sull’isola inoltre si possono acquistare i bellissimi e caldissimi maglioni di lana!!

Nel pomeriggio cercheremo di non perdere il traghetto che ci riporta a Doolin, recuperiamo le macchine e andiamo a Galway, dove, si spera di arrivare in tempo per goderci questa cittadina vivace, se no la mattina dopo vedremo di recuperare sicuramente.

Se invece alle Aran non riusciremo a andare per via del tempo e il mare, la mia proposta è questa: seguiremo la costa passando per Black Head, Ballyvaughan, (magari possiamo vedere anche le grotte di Aillwee), Dunguaire Castle fino a raggiungere Galway.

Settima tappa – 9° giorno

Quindi dopo la giornata alle Aran o nei dintorni del Burren, ci concederemo una mattinata di svago e shopping per le viette di Galway, ecco un elenco di cose interessanti:

– Percorrere a piedi il centro della città ed ammirare i colori delle insegne dei negozi e dei pub e le case tipiche irlandesi;
– Visita alla Cattedrale gotica di St. Nicholas;
– Visita al Lynch’s castle
– Giro di shopping nei numerosi negozi del centro (shop street)
– Mangiare il fish & chips da Mc Donagh’s, caratteristico fast food di pesce che la sera è anche ristorante;
– Passeggiata verso Salthill, centro balneare della baia di Galway.

image

Se invece preferiamo ripartire, direzione Dublino, possiamo fare una deviazione per vedere il Monastero di Clonmacnoise, davvero suggestivo, e fermarci per pranzo in qualche paesino lungo la strada.

Spero che anche il tempo ci sia clemente, vedere l’Irlanda con un po’ di sole non guasta, i colori si fanno vibranti e non serve il piumino in stile ascesa sull’Everest!

Vi lascio anche link dei miei precedenti viaggi irlandesi: http://passaportoecolori.it/category/irlanda/ !

You Might Also Like

6 Comments

  • Reply
    Silvia Demick
    22/08/2017 at 4:49 PM

    Vorrei prenotarmi e inserirmi nel gruppo con voi, se avessi ancora le ferie da fare! Anche se ho già fatto quel giro tre volte, ripartirei domani.
    Buon viaggio, e tienici aggiornati su Instagram 🙂

    • Reply
      Sandra
      22/08/2017 at 4:51 PM

      Per me sarà la 4ª volta! Ma non mi stanco mai di questo paese!!
      Sarebbe bello viaggiare insieme…
      Mancano ancora 26 giorni purtroppo, ma poi foto a nastro sicuramente!

  • Reply
    Stamping the world
    23/08/2017 at 7:02 AM

    wow! Ho adorato l’Irlanda, ma non ho fatto un vero on the road, mi sono mossa con i mezzi e ho visto solo Dublino, Glendalough, Galway e le Cliffs! Non vedo l’ora di seguire il tuo viaggio! :-*

    • Reply
      Sandra
      23/08/2017 at 7:03 AM

      Bhe hai visto il must! Questo giro ripercorre quelle tappe, ma se guardi nel blog trovi altri itinerari più estesi… il nord è stupendo secondo me!

  • Reply
    Veronica Crocitti
    23/08/2017 at 12:05 PM

    Amo l’Irlanda, il suo verde, i suoi colori, i suoi paesaggi… non vedo l’ora di leggere del tuo viaggio!

    • Reply
      Sandra
      23/08/2017 at 12:09 PM

      E ogni volta è un’emozione nuova! Non penso di potermi stancare di un paese così!

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: