Europa Portogallo Viaggio di gruppo Zaino in Spalla

Sotto il sole del Portogallo: spiagge

Ecco al capito per me più controverso di questo tour del Portogallo: le spiagge!

Chi mi conosce sa bene quanto io non sopporti il mare, la sabbia, la salsedine, la crema solare… in poche parole conosce il mio odio per le spiagge, quindi gli ultimi giorni non sono stati sicuramente semplici per me, ma da brava VagabondaDoc lo si fa!

Bene, dopo aver visto Paesi Bianchi, fari e scogliere a picco sul mare, tocca scendere e armarsi di tanta pazienza, lasciatevi guidare in questo tour delle spiagge portoghesi che abbiamo visitato.

Ilha de Tavira

La prima giornata di mare ci fa approdare, dopo 5 minuti scarsi di traghetto (porticciolo a ovest del centro storico, inserite nel navigato il ristorante 4 Aguas, il biglietto a/r costa 1,50 euro), su questa lingua di terra difronte a Tavira.

La spiaggia è ben attrezzata infatti ci sono bar, ristoranti, negozietti, bagni pubblici con docce (serve un ottimo spirito di adattamento e qualche grado di cecità avanzato), si possono affittare straio e lettini, oppure portarsi tutto l’occorrente da casa.

L’isola è un lembo di spiaggia, e poche sparute piante e arbusti, non c’è ombra, ma nonostante la grande presenza umana è molto vivibile.

Attenzione!! Non siamo nel mediterraneo quindi preparatevi ad aria “fresca”, acqua ghiacciata e ode!

Io mi sono divertita tantissimo a fare il bagno qui, ho superato con stile la faccenda spiaggia e mi sono buttata.

tavira spiagge

Praia Benagil

Seconda spiaggia della vacanza e io… non ci ho messo piede!!

Giuro! Non sono neppure scesa dalla scogliera, ma vi racconto perchè abbiamo scelto questo posto.

La spiaggia è molto piccola e si insinua tra due alte scogliere a picco, diciamo che non gira molta aria, ma è il punto di partenza per poter (sia a nuoto che con la barca) visitare alcune grotte caratterizzate da alte volte bucate.

Davvero suggestive.

Anche qui c’è un bar, la possibilità di affittare lettini e ombrellone, ma lo spazio vitale è decisamente inferiore.

Per lasciare la macchina, io vi consiglio il parcheggio gratuito appena dopo Terracos de Benagil, poi una scaletta tra gli oleandri vi porterà direttamente in spiaggia.

Se volete fare il tour in barca il costo è di 20 euro a testa, ma non potrete scendere, inoltre c’è sempre tanta richiesta e potreste dover attendere ore il vostro turno.

spiagge

Praia Lagos

In questo posto io non ci sono proprio stata, neppure mi sono avvicinata, ho preferito andare a fare la spesa per tutti al Lidl di Lagos!

Ho delle priorità io!!

A parte gli scherzi, anche qui ci sono delle spiagge molto belle sempre caratterizzate da archi e grotte naturali che rendono il paesaggio davvero suggestivo.

La più grande e famosa è sicuramente Praia Sao Roque, se preferite qualcosa di più piccolo e raccolto non potete perdervi Praio do Pinhao e il suo ponte romano.

Insomma in questa parte di Portogallo non c’è che l’imbarazzo della scelta, o voi amanti del mare!

Praia de Odeceixe

Lasciamo ora la costa del Algarve, per risalire lungo la costa vicentina nel Parque Natural do Sudoeste Alentejano.

Prima tappa la spiaggia di Odeceixe, caratterizzata da un torrente che la circonda per poi gettarsi in mare, quindi qui abbiamo la possibilità di scegliere di fare o il bagno in mare nel fiume.

Si scende come solito da un alto promontorio (le macchine si lasciano in cima), ci sono alcuni bar e negozi a mezza costa, poi sulla spiaggia si possono affittare sdraio e ombrelloni per 9 euro tutto il giorno.

La spiaggia non è grandissima, ma ben areata, grazie alla valle alle sue spalle, inoltre se il mare è troppo freddo e agitato, c’è questo torrente cristallino in soccorso.

Qui non ho fatto il bagno ma una bella passeggiata sul bagnasciuga godendoci l’arietta sempre frizzante.

Consiglio questo posto anche a chi ha bambini, perchè possono divertirsi in tutta sicurezza, mentre per i temerari c’è la scuola di surf.

Praia Grande Porto Covo

Ultima spiaggia del nostro itinerario: si trova a pochi km da Vila Nova de Milfontes in località Porto Covo. 

E’ una spiaggia di medi a grandezza, con un bel parcheggio sulla sommità e due bar a portata di mano (uno proprio sulla spiaggia), inoltre ci sono servizi igienici e una scuola di surf a disposizione.

Niente ombrelloni e straio a noleggio, ma per 6 euro puoi guadagnare uno strano tendalino che di ombra ne fa ben poca, ma tant’è, o cuoci o ti accontenti.

La spiaggia è contornata da scogliere, ma non particolarmente alte, inoltre a piedi si possono raggiungere altre calette poco distanti.

Il mare è sempre l’oceano quindi occhio al freddo e alle onde, ci sono bagnini ovunque per vigilare sui bagnanti.

La mattina la spiaggia è particolarmente lunga, ma a mano a mano che la marea sale di accorcia notevolmente.

Spiagge per tutti

Come potete notare il Portogallo offre moltissime alternative per gli amanti della vita da spiaggia, alternando anche paesaggi davvero unici nel loro genere, certo il mare è sempre molto agitato, l’acqua non è calda come ai Caraibi, ma cristallina e trasparente da far invidia ad una piscina.

Alla fine devo ammettere che mi è piaciuta come esperienza, potrei quasi decidere di rifarla… no va bhe, ora non esageriamo!!

Le foto non sono tutte mie, la maggior parte sono di Sarah! Grazie!

Se vuoi essere sempre informato sulle mie avventure, i prossimi viaggi e tanto altro iscriviti alla mia newsletter e seguimi sulla pagina FB.

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply
    Stamping the world
    03/09/2017 at 9:51 PM

    Non dico che il mare non mi piace, anzi, mi piace passare qualche giorno a non fare nulla, ma vicino casa, purtroppo non riesco ad organizzare un viaggio tutto mare e sole. L’ultima volta che ci ho provato è stato nel 2014, Croazia. Ho visto più paesini che borghi. Che dici, ci riprovo con il Portogallo? 🙂

    • Reply
      Sandra
      04/09/2017 at 6:14 AM

      Prova prova! Poi mi dirai! Io non aggiungo altro perché ne farai totalmente a meno… ma sono un caso disperato! 😂

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: