Europa IrishTeaTime Irlanda

LA SECONDA SETTIMANA IN IRLANDA: CAMMINA CHE TI PASSA

Anche questa seconda settimana volte al termine, tra alti, bassi e un sacco di chilometri, grazie al mio ginocchio pare stare meglio, quindi questa cosa del camminare mi sta sfuggendo un po’ di mano!

Ma aiuta per tenersi in allenamento e smaltire quantità indecenti di cibo.

Proprio quest ultimo mi a dato qualche problema, o meglio il mio stomaco ha accusato il colpo, quindi ho dovuto correre ai ripari cercando qualcosa di meno impegnativo da mangiare.

Tranquilli, per ora emergenza rientrata, ahimè devo ringraziare il riso bollito di un take a way cinese, ma anche questa è Irlanda.

Cos’è successo in questa seconda settimana?

Indovina indovinello: ho camminato! Mi sento decisamente più in forma di quando sono arrivata, quindi camminare sta pensando molto meno e il traffico mi obbliga a scendere dal bus molto prima, ma questo ve l’ho già detto, quindi passiamo oltre.

A Dublino non piove, diluvia!

Sabato mattina sono tornata a Dublino, noncurante del tempaccio previsto, sono partita di buon ora, dovevo andare a recuperare un libro, tempo qualche minuto e inizia a piove e io dove solo? Alla fermata di un bus senza pensilina.

Per fortuna il bus arriva nel giro di poco e posso salire, mi aspetta un viaggio di circa un’ora per arrivare in centro, io e la mia stramaledetta idea di sperimentare, bha.

Arrivo a Dublino e la pioggia non accenna a diminuire e si alza anche un vento incredibile, risultato: piove in orizzontale.

Avete letto bene: IN ORIZZONTALE.

Non c’è ombrello che tenga, quindi, bagnata fino all’osso e senza il libro che ero venuta a prendere, mi rintano in un locale per mangiare qualcosa e tentare di asciugarmi: idea pessima, infatti hanno l’aria condizionata accesa, non si fa, non bene.

Per paura di prendermi un accidenti scelgo il male minore e torno in strada, gironzolo ancora per un po’, facendo una seconda sosta, ma di questa vi parlerò poi perchè è un posto che amo molto, vista l’ora che si è fatta decido di tornare verso casa, devo prepararmi per la mia prima serata mondana in terra irlandese.

Movida del sabato sera

Arrivata a casa dalla doccia dublinese, mi preparo con calma per la serata in compagnia di Sandra (la mia host mummy) e Angela (una sua cara amica).

Mi hanno infatti portato a a cena in un posto davvero caratteristico: è uno dei pub più vecchi d’Irlanda, ma anche quello più in alto rispetto al livello del mare, si trova sulle Wickow Montains (stanno all’Irlanda come le Alpi stanno all’Italia).

Questo pub si chiama Johnnie Fox’s.

Non fatevi ingannare dalle apparenze, se da fuori vi sembra piccolissimo, una volta al suo interno non crederete ai vostri occhi, dentro si aprono una serie di sale, salette, corridoi ingombri di qualsiasi cosa, ma la cosa che più mi ha colpito sono stati i bellissimi camini che si trovano sparsi qui e la.

Per poter cenare in questo pub dovete assolutamente prenotare, perchè oltre ai locali è frequentato dai bus turistici che, per fortuna, arrivano presto la sera e se ne vanno altrettanto presto.

Noi abbiamo cenato divinamente godendoci un calduccio niente male, tra chiacchiere e strafalcioni (miei) in inglese of course!

Domenica mattina ha l’oro in bocca

La pioggia di sabato pare passata e un sole rischiara e illumina il paesaggio, così decido di andare in esplorazione, la mia destinazione è Greystones.

Vi parlerò più diffusamente in seguito di questo piccolo borgo colorato, perchè voglio dargli il giusto spazio.

Comunque per la cronaca ho camminato!

Secondo giorno della seconda settimana parte con 8 km di passi, sia lungo la spiaggia che in centro, tra casette addobbate per Halloween e localini interessanti.

La scuola chiama e io rispondo!

Visto che non sono venuta qui per bighellonare in giro è ora che vi parli anche della scuola.

Questa seconda settimana è partita all’insegna del “facciamo amicizia”, quindi mi sono impegnata a stare con gli altri, a pranzare in sala comune, a cercare di interagire il più possibile: è servito molto sia al mio inglese che al mio umore.

Chi mi conosce sa che non sono un’anima solitaria, salvo quando arrivo a casa, e che ho bisogno di avere qualcuno con cui chiacchierare.

Sono così brava che mi fermo sia alle lezioni gratuite che a studiare in sala comune, inoltre parteciperò ad una delle gite organizzate dalla scuola, I’m very social!

In classe me la cavo, tra un compito e l’altro, oggi ho sostenuto uno speaking test, ma non so com’è andata, ero molto emozionata a dire il vero..

Lunedì invece non c’è scuola, qui è Bank Holiday, una delle loro strane feste, quindi mi dedicherò a qualche altra esplorazione, ma questa è una storia che vi racconterò più in la.

Amici anche per questa settimana è tutto, mi raccomando seguite le mie avventure irlandesi sulla pagina FaceBook e sul profilo Instagram, con foto e aggiornamenti quotidiani!

You Might Also Like

No Comments

    Leave a Reply

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: