La caduta di un Impero: Eurofidi cola a picco

by Sandra

Più grande è l’impero più rumore fa quando cade: oggi è venuto il momento di sentire che rumore fa Eurofidi S.c.ar.l., perché siamo arrivati alla resa dei conti.

Dopo almeno 2 anni di crisi, di promesse non mantenute, di bugie raccontate, si arriva all’epilogo, alla caduta di questo grande grosso baraccone.

Non voglio sputare nel piatto dove ho mangiato per 12 anni, dove ho conosciuto persone che sono diventate amiche, dopo mi sono impegnata, ho pianto e sofferto, ma dove ho anche riso e passato giornate in compagnia di colleghi splendidi.

Lo scorso anno, il primo di settembre ho preso la decisione di andarmene approfittando dell’incentivo all’esodo, ho mandato la mia raccomandata certa che avrebbero accettato.

Ho avuto la risposta solo due mesi dopo, un no, senza controproposta ma con la rassicurazione che sarebbe andato tutto bene.

Non ci ho creduto, ma il mercato del lavoro è saturo, non c’è molto per una donna di 39 anni, senza figli e con un’esperienza di lavoro di 12 anni strettamente legata ai sistemi aziendali, quindi ho deciso di resistere e nel frattempo di guardarmi attorno.

In quel momento però ho smesso di lottare per qualcosa in cui ho smesso di credere, quindi oggi non sono triste o delusa, aspettavo questo epilogo.

Mi spiace si, soprattutto per i colleghi, ma solo questo.

Il mio desiderio è quello di fare altro nella vita, di coltivare le mie passioni, di avere il tempo per imparare e crescere, coi soldi della buona uscita volevo costruirmi qualcosa di diverso.

Che questa sia la volta buona?

Oggi in tanti hanno scioperato, hanno fatto sentire la loro e la mia voce, io ho deciso di non esserci perché ho smesso di credere in Eurofidi un anno fa, quando ho preso la mia decisione e mi pareva ipocrito scendere in piazza.

Forse mi sono pentita di non esserci andata, ma questo ora non conta.

Io ho passato la giornata in attesa di risposte, cercando ancora una volta di non sperarci troppo, di non sognare una fine breve, perché sarà comunque un’agonia, la liquidazione di un’azienda richiede tempo….

Ora la politica si addossa colpe e cerca di correre ai ripari… mentre la messa di requiem suona le sue tristi note..

Io cerco di capire come andare avanti…

http://torino.repubblica.it/cronaca/2016/09/15/news/torino_il_cda_di_finpiemnte_ha_deciso_eurofidi_va_in_liquidazione_fiato_sospeso_per_lavoratori_e_aziende-147816087/

http://www.lospiffero.com/ls_article.php?id=29339

http://www.lospiffero.com/ls_article.php?id=29384

Potrebbe interessarti anche

3 commento

Organizzare un viaggio a lungo raggio vol.1 – Liquirizia & Cannella 19/10/2016 - 12:01

[…] questi giorni, in balia della liquidazione aziendale e dell’impossibilità a fare il mio lavoro, ho cominciato a programmare il mio futuro spero […]

Reply
Bilancio 2016: un anno che non quadra – PasSaPorto e Colori 31/12/2016 - 13:53

[…] Amsterdam o il 15 giorni in Malesia, è stato un vero disastro, sei riuscito a far mettere pure in liquidazione l’azienda, ma ti rendi […]

Reply
Organizzare un viaggio a lungo raggio vol.1 – PasSaPorto e Colori 09/02/2017 - 15:34

[…] questi giorni, in balia della liquidazione aziendale e dell’impossibilità a fare il mio lavoro, ho cominciato a programmare il mio futuro spero […]

Reply

Hai voglia di dire la tua? Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: