Bilancio anno 2018: a questo giro non è andata troppo male!

by Sandra

Caro 2018, diciamo che sei stato un anno impegnativo, così come ti eri già palesato all’inizio, ma non brutto, sicuramente più simpatico e benevolo del 2017, anche se si poteva fare molto meglio.

Allora i miei desideri sono andati in parte disattesi, ma non demordo e dopo seguirà lista dettagliata, ma veniamo al classico dei bilanci di fine anno.

Bilancio anno 2018

Ho dedicato molto tempo alla mia famiglia, c’è un nuovo equilibrio e si procede sempre a grandi passi.

La mia formazione è continuata, sono riuscita a finire i miei due mesi in Irlanda, non ho trovato lavoro, ma ho sperimentato, messo le mani in pasta in quello che vorrei fosse il mio nuovo lavoro, insomma non mi sono spiaggiata sul divano.

Sei stato un anno di corsa, non sono mai riuscita ad afferrarti del tutto, mi è sempre sembrato di sentirti scivolare tra le dita, sarà che ho preso molte decisioni, ho deciso di dare una svolta molto sostanziale alla mia vita, una volta tanto ho deciso di seguire la mia pancia.

Sei stato l’anno del biglietto di sola andata (che userò a febbraio), sei stato l’anno dove ho maturato, con fatica, ansia, crisi di pianto la più grande decisione che per ora ho dovuto prendere: lasciare l’Italia.

Cosa non è andato?

Forse solo e sempre la sensazione di fallimento che ha velato i mesi passati, il non sentirmi abbastanza per un lavoro, il non essere pronta per quello che vorrei fare, il blog che decolla e poi atterra senza grandi successi almeno come avrei voluto.

Ah, 2018 anche questo anno niente mariti all’orizzonte! Ci riproviamo con il tuo successore? Ma si, non demordiamo!

Bilancio anno 2018 direi ancora in perdita, ma comunque non una situazione tragica, diciamo in possibile ripresa. La mia indole economico/finanziaria non mi molla!

Progetti per il 2019

I progetti per il tuo successore, diciamo il budget (sempre per essere tecnici), sono ambiziosi, enormi! Mi stanno creando ansia e sbattimenti, notti insonni e manca il respiro.

Lascerò l’Italia per cercare lavoro in Irlanda, per far quadrare davvero un bilancio monetario, ho deciso grazie a Silvia (consulente Adecco) che ho conosciuto per caso, non so, ma ha toccato le corde giuste e ho preso il biglietto, quindi l’8 febbraio si parte.

Ho già una scaletta in testa di cose da fare arrivata la, documenti da produrre, cv da inviare, qualche contatto, una famiglia che mi ospiterà insomma c’è tanto in ballo.

La paura che il 2019 si riveli un totale fallimento c’è, ma ho deciso di rischiare, spero che il capodanno a Tokyo sia di buon auspicio!

Infatti il 2019 partirà con me in Giappone nelle mie adorate vesti di tour leader, non credo ci sia un modo migliore per iniziare, almeno per me, modo stupendo sicuramente per finire il 2018.

Altri progetti? Partire, visitare, studiare e realizzare qualcosa di buono per la mia vita, quindi, caro 2019 vedi di prendere appunti e di fare si che qualcosa si avveri!

Caro 2019 che stai per arrivare, ti lascio una lista dei miei desideri, almeno quelli che riguardano i viaggi, fanne buon uso, ecco la mia lista di travel dreams!

Potrebbe interessarti anche

3 commento

Silvia - The Food Traveler 31/12/2018 - 14:19

Wow Sandra, chiudi con il botto e riparti il prossimo anno con un super-botto! Ti auguro di passare un felice Capodanno a Tokyo, e soprattutto ti auguro il meglio per il tuo trasferimento in Irlanda.
Un bacione 😘

Reply
Paola 05/01/2019 - 00:51

Meglio senza marito eh! Vuoi mettere i viaggi belli che puoi fare da sola?

Reply
Sandra 05/01/2019 - 14:05

Poi il mio oroscopo mi dice che è il momento di cambiare

Reply

Hai voglia di dire la tua? Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: