A Scuola di Blog

by Sandra

A scuola di blog vuol dire: diventare pazzi!

Sono giorni che sto navigando su internet che neppure Cristoforo Colombo ai tempi d’oro avrebbe potuto immaginare, come lui la mia meta è chiara ma la rotta lascia a desiderare.

Ogni volta che approdo su un argomento interessante, subito ne intravedo un altro, così mi rimetto in viaggio e accumulo informazioni, link, meta dati e immagini.

Mi sto rendendo conto di quanto poco conosca il mondo del blogging e di quanto lavoro ci sia realmente attorno, non basta scrivere un post di getto, lo stesso deve essere pensato e studiato in ogni sua parte: parole, immagini, tag, categorie, parole chiave e via dicendo.

Serve pianificazione, analisi e creatività, in fin dei conti si sta producendo qualcosa e deve essere appetibile per avere successo.

Non come questo articolo!!

Serve una scuola seria, una scuola di blog, che di fatto non esiste, accidenti!

Ora sto seguendo un corso online di Travel Blogger Avanzato a cura di Elisa del blog http://www.miprendoemiportovia.it (so che dovevo iniziare dal base, ma visti gli argomenti, ho preferito buttarmi subito nella mischia) che ho trovato sulla piattaforma di Work Wide Women, sono alla seconda lezione e ho già trovato tantissimi spunti e suggerimenti, credo che alla fine arriverò carica ti tante informazioni che dovrò metabolizzare e provare ad utilizzare in modo concreto.

Mi sono inoltre resa conto che devo imparare anche altri aspetti importanti per poter fare di un blog qualcosa di più della Smemoranda 2.0., qui non basta colla e qualche uniposca colorato!

So che ultimamente sono stata monotona, anche se avevo dichiarato nella bio che non avrei mutato il mio modo di scrivere e gli argomenti trattati…

Vedrò di rimediare in qualche modo, anche se in questo momento sono super concentrata sulla mission travel e sto cercando di farlo nel modo migliore.

Ad alcuni amici ho chiesto di “vivere” questo blog in modo attivo e di darmi qualche suggerimento così da poter pubblicare dei contenuti davvero interessanti e utili, magari accorciando i post!

Così per la pagina FACEBOOK dove ancora non ho ceduto al fascino delle sponsorizzazioni, ma solo allo stress compulsivo degli amici di cui sopra… ok ok, si chiama sfruttamento, ma in qualche modo devo tirare l’acqua al mio mulino, gratis!

Bene dopo questa dichiarazione di intenti, chiunque voglia darmi un consiglio o dire la sua in merito al mio blog si senta libero di farlo!!

Se poi decidere di aprire una scuola di blog vorrei avere la tessera numero 1 o la lettera come quella per Hogwarts.

Immagine by http://it.freepik.com/olga-spb

Potrebbe interessarti anche

12 commento

Annalisa Chiappa 09/02/2017 - 21:54

Brava. ..così si procede

Reply
Sa 10/02/2017 - 01:06

Grazie!!!

Reply
Paola 10/02/2017 - 10:24

Io li stresserei anche gli amici, ma questi leggono solo senza mai commentare 🙂

Reply
Sa 10/02/2017 - 10:27

Sono tutti uguali!!! Ma a forza di rompere qualcuno per pietà si immola per la causa! intanto grazie per essere passata di qui… 🙂

Reply
Andrea 10/02/2017 - 12:00

Tenere un blog oggi come oggi è un gran impegno se vuoi che abbia successo “universale”!
Comunque te la cavi bene, i tuoi articoli sono interessanti e coinvolgenti oltre che molto personalizzati. Anche l’idea del corso mi sembra ottima e inoltre hai tantissimi argomenti da cui attingere!
Occorre costanza, passione e talento nello scrivere… insomma, non proprio la cosa più facile del mondo.

In bocca al lupo!!

… e stressa di più le amichE!! 😛

Reply
Sa 10/02/2017 - 12:04

Aspettavo con ansia il tuo commento, ormai sei il mio “lettore tester”. Quindi mi stai dicendo che sui contenuti in qualche modo ci siamo? Sarebbe già un bel passo avanti in questa avventura. Per le amichE sto stressando, ma sono troppo prese, ma quando sarò famosa se ne pentiranno amaramente ;.p. Comunque crepi il lupo!

Reply
Andrea 10/02/2017 - 12:13

Brava, sempre positiva!
Sono onorato di essere stato eletto a livello “tester” 🙂
Guarda, io ti posso dare solo la mia impressione e, per ora, quello che ho letto mi è piaciuto. I racconti sono belli e coinvolgono, soprattutto quando “esci dalle righe” e sorprendi il lettore. Penso siano queste le cose che inducano maggiormente a tornare a leggerti… però io sono solo una voce della massa, non è improbabile che ti stia dicendo solo un mare di bastiate 😀

Reply
Sa 10/02/2017 - 12:16

Tu sei un lettore (di libri) quindi hai sotto mano stili e modi di scrivere bene, per tanto trovo che i tuoi commenti siano per me molto utili! Poi dopo la faccenda della “ragazza del treno” ho capito che alcune cose le vediamo allo stesso modo!

Reply
Katia | Il Miraggio Consigli di Viaggio e Arte 12/11/2017 - 18:43

Io aveo seguito il corso base di Elisa e appena riesco, vorrei seguire quello avanzato!!
Devo ritornare a studiare e ad aggiornarmi per il blog: negli ultimi mesi, causa pendolarismo, non ho più così tanto tempo e ho lasciato tutto in sospeso!

Reply
Sandra 12/11/2017 - 18:44

Io invece sono indietro di due settimane e soprattutto ora la testa è un po’ per aria!
Vedrai che riuscirai a riprendere le redini del blog!

Reply
raffigarofalo 29/06/2018 - 14:47

I blog crescono e si modificano col tempo. Io ho studiato il io mercato di riferimento e sono partita. A piccoli passi. E a botta di qualche euro speso in sponsorizzazione su FB.

Reply
Sandra 29/06/2018 - 14:48

Credo che sia più o meno il percorso di tutti quelli che si approcciano al blogging.
A me il tuo blog piace un sacco!

Reply

Hai voglia di dire la tua? Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: