Bristol in Pillole

by Sandra

Purtroppo o per fortuna sono stati mesi molto intensi, ma non mi sono fatta sfuggire l’occasione di un weekend pre-natalizio fuori porta, destinazione: Bristol, quindi è tempo di “Bristol in pillole“.

Dove ho alloggiato?

Southville Guest House: situata a pochi minuti dal centro e a due passi da North Street (area che ospita l’UPFEST). Calda, pulita, accogliente e con un’ottima colazione a self service. Io ho preso una singola con bagno condiviso, ma devo dire che mi sono trovata molto bene, il bagno sempre in ordine e pulito. Non è un hotel o un B&B, ma una via di mezzo tra un ostello e una piccola pensione, quindi stra-consigliato!

Dove ho mangiato?

Pieminister: lo ammetto ho mangiato qui per due pranzi di fila, ma cambiando punto vendita, infatti è una catena di ristoranti e chioschi che fanno deliziose Pie con ripieni più o meno tradizionali. Io assaggiato quella del chiosco in St. Nicholas Market e quella del ristorante in Broad Quay. Hanno anche la versione vegetariana.

pieminister in bristol

The Lounge: per cena invece ho scelto questo pub dietro alla guest house, volevo mangiare un hamburger (burger come dicono qui), ma il locale che preparava panini che avevo scelto mi ha detto di aspettare 30 minuti anche se aveva 4 tavoli completamente vuoti.. no buono!! Comunque al The Lounge ho mangiato un ottimo burger, ma dopo i pub irlandesi è difficile trovare la stessa atmosfera. Però buon cibo genuino e prezzi onesti.

The Tobacco Factory: qui ho fatto una seconda rapida colazione, ma niente male! Credo che anche i pasti principali siano al top, tra l’altro la domenica c’è un local market molto interessante, da non perdere.

Tobacco Company Bristol

The Crafty Egg: qui ho fatto il brunch e devo dire che è stato buonissimo, ho trovato questo posto mentre vagavo nel quartiere di Stoken Croft, sono entrata per una pausa e mi sono trovata in questo caffè un po’ galleria d’arte un po’ bar di quartiere, consigliassimo.

colazione a Bristol

Cosa fare assolutamente?

La crociera sul fiume: dalla banchina in centro partono piccolo traghetti per poter navigare lungo il fiume, per poche sterline si può vedere la città da un’altra prospettiva. C’è la possibilità di fare un biglietto hop on – hop off, secondo me vale la pena. Io sono andata verso il ponte sospeso, arrivata al campo linea (Pump Station) ho camminato per un chilometro e ho potuto ammirare il simbolo di Bristol.

lungo il fiume di bristol

North Street: assolutamente da non perdere, qui si trovano i murale più belli di Bristol, bisogna solo aguzzare la vista: non basta guardarsi intorno.

Up fest street art in bristol

Il resto dei miei consigli lo troverete nel prossimo post su Bristol, intanto seguitemi su Instagram e Facebook.

📌Pinnami

Potrebbe interessarti anche

4 commento

Silvia - The Food Traveler 05/01/2020 - 14:05

A Bristol ci sono stata pochissime ore tra un treno e l’altro quindi ho visto praticamente nulla. Però mi ispira molto quindi vorrei tornarci. Aspetto il prossimo post allora! Intanto buon anno Sandra 😘

Reply
Sandra 05/01/2020 - 14:20

Buon anno Silvia!!
Guarda è stata davvero una bella scoperta, credo che tornerò per visitare anche i dintorni.
A breve arriva il post!

Reply
Paola 16/01/2020 - 22:43

Ecco il post che aspettavo dopo averti seguita sui social network 😉 Resto in attesa di leggere i tuoi prossimi post su Bristol perché è una destinazione che sto considerando fortemente visto i nuovi voli in partenza da Torino

Reply
Sandra 16/01/2020 - 22:45

Arriva arriva anche quello! Meta consigliatissimo davvero, magari ci possiamo incontrare lì, vorrei tornarci per dedicare più tempo, magari includendo i dintorni

Reply

Hai voglia di dire la tua? Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: