ESTA: l’autorizzazione al viaggio per gli Stati Uniti

by Sandra

Ciao a tutti, oggi ho il piacere di ospitare Alessandrostudente presso l’Università di Trieste e amante dei viaggi. Ha deciso di creare un sito informativo sull’ESTA, il documento necessario per viaggiare negli Stati Uniti senza visto.
In questo articolo 
ci offre informazioni utili per chiunque desideri fare un viaggio negli Stati Uniti senza incappare nelle ire della polizia aeroportuale americana. Buona lettura e poi fate un giro nel suo sito che è davvero un’ottima fonte di informazioni sull’argomento.

Dopo gli attentati terroristici dell’11 settembre gli Stati Uniti hanno deciso di rinforzare il sistema di controlli su tutti coloro che intendono recarsi nel Paese imbarcandosi su un aereo o su una nave. Hanno perciò introdotto un documento che ha lo scopo di verificare preventivamente la possibilità di eventuali minacce per la sicurezza dei cittadini: l’ESTA.

ESTA, Electronic System for Travel Authorization, è un documento richiedibile compilando un modulo online. Fa parte del programma Visa Waiver Program (VWP), il programma di viaggio senza visto del Governo degli Stati Uniti. Per poter usufruire del programma di viaggio senza visto è necessario possedere la cittadinanza di uno dei paesi che ne fanno parte, tra cui l’Italia e molti altri paesi europei.

Per poter ottenere l’ESTA lo scopo del viaggio dev’essere turismo o affari, e la durata del viaggio dev’essere inferiore ai 90 giorni. È necessario richiedere l’ESTA anche se si deve fare solamente scalo negli Stati Uniti, in quanto è un’autorizzazione necessaria per potersi imbarcare su un aereo che è diretto negli Stati Uniti, e senza questo documento non è possibile imbarcarsi.

La procedura per l’ottenimento dell’ESTA è molto semplice e veloce: basta compilare il modulo online sul sito del Governo degli Stati Uniti, il che richiede al massimo 30 minuti. Per poter ottenere l’ESTA è necessario essere in possesso di: un passaporto elettronico, una carta di credito e una connessione internet. Il passaporto elettronico contiene un microchip inserito nella copertina ed è riconoscibile dal logo che si può vedere nella parte bassa. All’interno del microchip sono contenuti i dati del titolare, la foto e le impronte digitali in forma criptata per tutelare la privacy. Questi dati saranno necessari agli ufficiali di frontiera per verificare l’identità del viaggiatore.

Terminata la compilazione sarà sufficiente effettuare il pagamento con carta di credito e aspettare qualche minuti per ricevere la propria ESTA. È possibile però che la domanda abbia bisogno di maggiori controlli, in questo caso verrà fornita una risposta entro 72 ore.È possibile, anche se molto raro, che l’autorizzazione venga rifiutata: in questo caso sarà necessario recarsi ad un’ambasciata e richiedere un visto.

L’ESTA rimane valida per due anni dalla data del rilascio, oppure se il passaporto scade prima dei due anni verrà meno anche la validità dell’autorizzazione.
Durante il periodo di validità dell’ESTA è possibile fare più di un viaggio negli Stati Uniti, con la limitazione di 90 giorni per ogni singolo viaggio.

È importante che ogni singolo viaggiatore abbia la propria ESTA, anche i minorenni e persino i neonati che viaggiano senza biglietto aereo. Anche loro infatti devono avere il loro passaporto elettronico e la loro ESTA, a pena di non potersi imbarcare sull’aereo o sulla nave.

Seguite questo link se volete maggiori informazioni sull’ESTA per gli Stati Uniti.

Potrebbe interessarti anche

7 commento

Manuela 28/04/2017 - 12:45

Interessante, a me piacerebbe visitare qualche paese americano come “regalo di dottorato”.. chiassà se ci riusciro!! ehehehe

Reply
Sa 28/04/2017 - 13:30

Ma si! E se hai bisogno sai che io sono qui!!

Reply
Celeste - *BeRightBack 28/04/2017 - 23:29

Spero che prima o poi questo articolo possa tornare utile anche a me 😉

Reply
Sa 29/04/2017 - 09:08

Sicuramente!

Reply
ESTA 16/10/2017 - 14:02

Grazie per questa informazione. Questa è una risorsa meravigliosa. Ho chiesto ad un amico che ha viaggiato negli Stati Uniti di recente e volentieri è stato un viaggio di successo. Ha anche detto di non essere scammato con l’elaborazione del visto (per coloro che hanno bisogno di un visto per entrare negli Stati Uniti). Ha effettivamente provato il sito ufficiale ma poi mi ha detto che ci sono siti web di terze parti che eseguono servizi simili, come https://application-esta.us/. Spero che questo ti aiuti.

Reply
Arturo Padovano 16/01/2018 - 06:43

Ciao,
Grazie per le fantastiche informazioni. È vero, l’America è ora molto severa nella loro ammissione di turisti e gli europei hanno bisogno di ottenere un ESTA. L’elaborazione di un visto può essere una seccatura per alcuni turisti, ma gli Stati Uniti volevano solo proteggere i loro cittadini. Quindi questo in realtà aveva senso. Consiglierò questo articolo a mio cugino che si recherà in America molto presto! Ho anche un amico che ha viaggiato negli Stati Uniti l’anno scorso e ha passato volentieri l’ESTA. Ha effettivamente provato il sito ufficiale ma poi mi ha detto che ci sono siti web di terze parti che fanno servizi simili, come https://application-esta.us.

Reply
Sandra 16/01/2018 - 07:12

Ciao Arturo! Lieta che il post sia utile e con le info giuste per riuscire ad ottenere e capire cosa sia l’ESTA.
Buon viaggio!

Reply

Hai voglia di dire la tua? Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: