Praga… una foto dopo l’altra

by Sandra

Di Praga ne ho parlato davvero poco, in un post davvero molto triste che neppure vi linko, altro che SEOStorytelling, così ho decido si rimediare in qualche modo. Voglio sperimentare un foto-post, vediamo se l’idea vi piace. Ho scelto qualche foto di quel weekend e ve la racconto!

ANDIAMO A COMINCIARE!

praga-weekend.jpg

praga-piazza-venceslao-1-300x225.jpg

Appena arrivate, ancora con la valigia al seguito, ci ritroviamo in Piazza Venceslaovestite come se dovessimo andare sull’Everest: a Praga fa freddo a marzo, certo, c’erano 20 gradi!! La calda luce del sole al tramonto rivela dei colori pazzeschi!

praga-lampione-cubista.jpg

Mollati i bagagli si parte alla ricerca del lampione cubista, che se ne sta tutto solo in una piazzetta al fondo di piazza Venceslao. Carino, però mi ha lasciata un po’ perplessa!

praga-orologio.jpg

Non puoi dire di non essere stato a Praga se non hai visto l’orologio astronomico e ascoltato il suo carillon. Così tappa obbligatoria in mezzo ad un oceano di persone con il naso all’insù!

praga-ponte-carlo.jp

Altra icona della città: Ponte Carlo, maestoso ed austero, che collega le due anime di Praga. Qui vedete la porta d’ingresso.

praga-malastrana.jpg

Prossima fermata? Il mio quartiere preferito: Mala Strana. Un posto magico e misterioso, fatto di stradine che si arrampicano verso il castello, dove ogni bottega ha una storia da raccontare, così come le sue AbsintsShop psichedeliche e sognanti dove la Fata Verde saprà condurvi…

praga-muro-della-pace.jpg

Vi lascio con questa ultima foto, davanti al Muro di Lennon detto anche muro della pace… Mi piace molto questa foto, la trovo contraddittoria…

“L’ambigua città vltavina non giuoca a carte scoperte. La civetteria antiquaria, con cui va fingendo di essere ormai solamente natura morta, taciturna sequela di trapassati splendori, spento paesaggio in un globo di vetro, non fa che accrescere il suo maleficio. Si insinua sorniona nell’anima con stregamenti ed enigmi, dei quali solo essa possiede la chiave. Praga non molla nessuno di quelli che ha catturato.” (Cit. A. M. Ripellino)

Potrebbe interessarti anche

6 commento

Anonimo 22/05/2017 - 12:14

Ciao….carina l’idea
È veloce da leggere e poi a me piacciono le foto….devo tornare a Praga perché non mi ricordo di aver visto il muro di Lennon

Reply
Sandra 22/05/2017 - 12:15

Sono contenta che il post ti piaccia… credo che ne pubblicherò altri!
Il muro non è semplicissimo da trovare, un’ottima scusa per tornare

Reply
Celeste 22/05/2017 - 14:17

Io davanti a quel benedetto lampione cubista devo esserci passata di sicuro, ma non ne ho memoria… sicuramente sarò stata impegnata a mangiare qualcosa di ottimo e nemmeno l’ho notato… proprio lì dietro c’è una delle mie pasticcerie preferite, ed in piazza i salsiccioni, chissà 😀
Mi piace l’idea del post con le foto, l’ho fatto anch’io con Budapest perché è passato troppo tempo per ricordarmi tutto nel dettaglio. Sto programmando il prossimo, vediamo!
Buona serata

Reply
Sandra 22/05/2017 - 15:05

Io ho mangiato a mia volta da Dio, ma ero con una creativa al seguito quindi il lampione cubista l’abbiamo proprio cercato… agghiacciante!
Io vorrei proporne qualcuno di foto-post, per cercare di dare movimento!

Reply
Silvia Demick 23/05/2017 - 12:09

Purtroppo non sono ancora stata a Praga, e vai che la lista dei posti che vorrei vedere diventa sempre più lunga… Nel frattempo la immagino attraverso le tue fotografie!
Buona giornata 🙂

Reply
Sandra 23/05/2017 - 12:12

Praga è davvero una città magica, forse la primavera non è il momento ideale, me la immagino più suggestiva con la nebbia e/o la neve…. Si gira agilmente e il centro non è grande!

Reply

Hai voglia di dire la tua? Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: