Le 5 cose che devi sapere prima di partire per il Vietnam (più una)

by Sandra

La serie dei post sul mio viaggio in Vietnam inizia con una serie di “mai più senza” vientamiti, ironico e scanzonato come sempre, quindi eccovi le 5 cose che devi sapere prima di partire per il Vietnam.

Atterrare in un altro Paese è sempre uno shock, quindi credo che sia necessario partire preparati, almeno un minimo, anche se la sorpresa è sempre quel brivido in più che non può mancare.

Quello che segue è una sorta di spoiler, quindi, se non vuoi rovinarti l’impatto a muso duro col Vietnam, fermati qui!

Case? No torri!

Ti accorgerai subito che le case, ma anche i locali e gli hotel sono in realtà delle alte e strette torri, a volte con una sola stanza per piano, rigorosamente… senza ascensore!

Preparati così a trascinarti lo zaino o la valigia (pessima scelta) su da ripide scale ritorte, calde e appiccicose perché difficilmente hanno finestre o aria condizionata.

Le 5 cose che devi sapere prima di partire per il Vietnam

La quiete Buddista è sopravvalutata

I vietnamiti parlano tanto, tantissimo e a voce altissima, insomma sono come noi, ma non gesticolano.

La lingua vietnamita è fatta di parole corte, dal suono molto duro e cadenzato, quindi avrete sempre l’impressione che stiano litigando.

Inoltre hanno un amore smodato per il clacson che suonano a prescindere, tant’è che per noi è inconcepibile cosa vogliano comunicare: suonano per avvisare che stanno per attraversare un incrocio, suonano per superarti, suonano quando decidono che tu ti devi spostare se no ti tirano sotto, suonano se passano sotto un ponte… insomma suonano il clacson sempre e comunque!

Scampanellano, parlottano , imprecano e condiscono tutto con: motorbike? 

Preparatevi a desiderare il traffico in tangenziale il lunedì mattina, mentre le vostre orecchie sanguineranno dal rumore e dal caos. Neppure in India ho avuto questa sensazione.

Con buon pace del silenzio zen e del Buddha, il Vietnam è rumore.

Le 5 cose che devi sapere prima di partire per il Vietnam

Diventare miliardari dall’oggi al domani

In Vientam non ci sono monete di metallo ma solo banconote dai tagli incredibili, si ragiona con tantissimi zeri per cui preparati a pagare conti da 1.0000.000 di Dong in comode banconote da 100.000 Dong.

Sara difficile riabituarsi ai 10 miseri euro, qui la sensazione è di avere un sacco di soldi, di poterne spendere tantissimi e ritrovarsi sempre ricchi sfondati.

Quando ho prelevato il mio primo milione al bancomat è stato come vincere alla lotteria!

Come si passa il tempo in Vietnam?

Mangi, mangi, mangi e bevi caffè!

Mangi maiale e gamberetti, mangi involti primavera cotti, crudi, con carta di riso, con foglie di loto, mangi frutta colorata e verdure strane, mangi ravioli gelatinosi, ciccioni e saporiti, mangi…

E la cosa bella è che tutto sa di citronella (lemongrass).

Le zanzare non hanno colpa, ma qui tutto, nel bene o nel male, sa di lemongrass: tea, pollo, maiale, involtini primavera etc etc

Avrai sempre la sensazione di esserti versato addosso un barattolo di autan o di aver sbagliato a lavare la verdura con il detersivo per piatti.

Buono per la carità, ma anche meno!

Le 5 cose che devi sapere prima di partire per il Vietnam

Fa caldo? Diciamo che in pianura Padana fa freddo sotto al sol leone.

Non fa solo caldo in Vietnam, si muore letteralmente prosciugati, l’umidità è incredibile, si respira acqua e se ne produce in quantità doppia.

So che ripeto sempre di partire leggeri, ma conta una maglietta al giorno, è impossibile riuscire a mettere due volte, non c’è materiale tecnico e traspirante che regga!

Noi abbiamo respirato un pochino ad Hoi An e a Sapa (ma qui l’acqua è arrivata comunque, vi racconterò).

Le 5 cose che devi sapere prima di partire per il Vietnam

La sesta cosa che devi sapere prima di partire per il Vietnam è…

… attraversare la strada ti farà sentire un super eroe contro il crimine.

Non ci sono semafori e strisce che tengano, motorini ovunque e in ogni direzione, quindi quando decidi di attraversare, non esitare, vai dritto per la tua strada.

Non guardarti intorno una volta messo piede giù dal marciapiede, non c’è tempo, verrai travolto, è inutile imprecare, non ti ascolteranno, alzare la mano e chiedere il passo è un gesto che non comprendono.

Davvero tutto inutile!

Come nella vita, punta alla metà, non guardarti indietro e vai, solo così si sopravvive, il resto sono cazzate!

Le 5 cose che devi sapere prima di partire per il Vietnam

Ora che hai queste nozioni base puoi partire per questo Paese incredibile, che nei prossimi post ti racconterò con dettagli, indirizzi, segreti e qualche aneddoto curioso.

Potrebbe interessarti anche

23 commento

Paola 08/09/2018 - 14:32

Io ho adorato la cucina vietnamita, per me il Vietnam è il posto dove si mangia meglio al mondo, ma è anche vero che ho un’insana passione per la citronella 🙂

Reply
Sandra 08/09/2018 - 14:39

Si mangia davvero bene, ma trovo che dopo un po’ questo retrogusto diventi invadente anche se rinfrescante.
Il caffè poi lo adoro!!

Reply
Alessia 08/09/2018 - 14:57

Wow Sandra, letto così il Vietnam sembra un paese di matti..ahahah! Mi hai messo molta curiosità per tutti i post che verranno…;) A livello cibo penso che mi troverei bene…AMO il lemongrass!

Reply
Sandra 08/09/2018 - 14:59

Lo è lo è!! Ho promesso di raccontare il vero e così sarà, anche se andrà un po’ contro le aspettative e i falsi miti che circolano sul Vietnam.
Ora mi rimetto a scrivere 🙂

Reply
Flavia 08/09/2018 - 16:16

AHAHAHAHAHAH! Il punto dell’attraversamento della strada del clacson è verissimo! Anche del caldo ovviamente xD strano però noi non abbiamo beccato neanche una zanzara… Invece neanche sono arrivata a roma che mi hanno distrutto le gambe di bolle!

Reply
Sandra 08/09/2018 - 16:18

Anche noi zero zanzare! Nonostante io comperi un autan a viaggio e non lo usi mai.

Reply
Silvia - The Food Traveler 09/09/2018 - 15:50

Un’allegra confusione, direi! Nei giorni scorsi ti ho seguita su Instagram e le foto che hai pubblicato mi hanno davvero incuriosita. La cosa delle case a un piano per stanza poi è davvero particolare!
Visto che si mangia in continuazione in Vietman sono proprio curiosa di saperne di più su questo aspetto 🙂

Reply
Sandra 09/09/2018 - 15:53

Ciao Silvia!!! Spero ti sia piaciuto il mio reportage su instagram, era la prima volta che provavo a fare qualcosa di così “live”. Per il cibo no ti muovere che arriverà anche il post dedicato!

Reply
Silvia - The Food Traveler 09/09/2018 - 16:28

Benissimo, lo aspetto con ansia!

Reply
Oriana 09/09/2018 - 16:18

Simpatica presentazione del Vietnam :-). A proposito del caldo, del sudore e del materiale tecnico e traspirante, io mi alleno e di materiale tecnico ne uso e lo dico qua, non mi piace, sarà traspirante ma dopo un po’ puzza e che puzza!! Meglio il cotone o la lana, quest’ultima magari non in Vietnam in questo periodo :-).

Non vedo l’ora di leggere gli altri post :-).

Reply
Sandra 09/09/2018 - 16:22

Brava!! Puzza da morire e comunque in Vietnam non va bene, ho cercato infatti di usare solo cotone, inoltre la si trovano delle t-shirt in un cotone morbidissimo, una chicca! Sto producendo post in questi giorni, arrivano arrivano.

Reply
partyepartenze 10/09/2018 - 22:21

L’attraversamento strada è stato davvero incredibile! Ci metti un po’ a capire che tu devi camminare tranquillo: sono i motorini e le auto che ti schivano!

Reply
Sandra 10/09/2018 - 22:22

Esatto! Bisogna andare e via!

Reply
Giulia 21/09/2018 - 09:43

Sulle strade e sul rumore penso sia simile a Bangkok, mai visto un caos simile e soprattutto un inquinamento acustico simile ahah interessante, il cibo vietnamita mi ispira sempre di più!

Reply
Sandra 21/09/2018 - 10:16

Non ho mai visto Bangkok e non posso giudicare, ma ho trovato il tutto più incasinato e rumoroso di Pechino o Nuova Delhi…
il cibo: top!

Reply
Elisa 21/09/2018 - 10:39

Oddio che ridere! Io sono reduce da Bali e ti giuro che ho trovato le stesse coseeee! soprattutto la questione clacson, l’eroismo da attraversamento da strada e il sentirsi ricco con quelli che in realtà sono 20€. 😀

Reply
Sandra 21/09/2018 - 17:48

è un po’ una costante in Asia, anche se non dappertutto!! Comunque ho seguito il tuo viaggio a Bali, un’altra meta che ho li nel cassetto!!! Intanto mi hanno clonato la carta di credito per cui posso solo starmene a casa.

Reply
Daniela - The DAZ box 22/09/2018 - 12:05

Caspita la cosa più difficile per me sarebbe sicuramente fare i conti con tagli di banconote così alti! Già sono imbranata con qualsiasi cambio…anche il più facile! E poi il caldo…mamma mia! Ricordo Bangkok come una sauna a cielo aperto, suppongo in Vietnam sia più o meno lo stesso!

Reply
Sandra 24/09/2018 - 08:43

Non sono mai stata a Bangkok salvo per scalo, quindi non saprei, ma posso assicurare che ad Hanoi fa caldo ed è umido umidissimo. Più che una sauna direi un bel bagno turco.

Reply
Annalisa 22/09/2018 - 18:35

La descrizione delle case/torre mi ha davvero incuriosito….ho visto le foto del traffico e mi ha ricordato l’India
Mi hai fatto venire voglia di andare in Vietnam

Reply
Sandra 24/09/2018 - 08:44

L’India in confronto non è nulla rispetto al caos in strada, l’unica cosa che qui non ci sono animali che girano in città! Da vedere assolutamente!

Reply
Lam Ngo 07/09/2019 - 06:34

Ciao Sandra,
Credo che si manca la conoscenza per il visto Vietnam:
Penso che questo link sia utile: https://vagabondinasia.com/tutto-sul-visto-per-il-vietnam-guida-e-prezzi-aggiornato-2019-201908304587

Reply
Sandra 09/09/2019 - 21:15

Grazie!! Me nel post volevo dare qualche suggerimento particolare e ironico 🙂

Reply

Hai voglia di dire la tua? Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: