Duomo di Milano: istruzioni per l’uso

by Sandra

Oggi dopo tantissimi anni, grazie a Musement sono tornata a visitare il Duomo di Milano nonostante il tempo non proprio adatto, ma è stato davvero emozionante.

Ora vi do qualche info e dritta per potersi godere una giornata diversa a Milano, andando un po’ oltre al solito Campari+Shopping.

Io sono arrivata in macchina a Milano, ho parcheggiato a Lampugnano (1,50 euro per la mezza giornata), poi ho preso la metro (linea rossa, 1,50 a tratta) e sono scesa semplicemente in Duomo.

E’ sempre una grande emozione salire le scale della metro e trovarsi di fonte alla maestosa facciata del Duomo di Milano.

Qui, con il biglietto stampato mi sono recata alla salita per le terrazze,con il Duomo davanti a voi andate a destra verso il retro (coro) e potete accedere all’ingresso della salita in ascensore.

Se invece decidete di iniziare la visita dalla Cattedrale andare sempre a destra e vi mettere semplicemente in coda, il biglietto che avete ricevuto non deve essere cambiato o altro.

Duomo di Milano e le sue terrazze

Io infatti, grazie a Musement ho dovuto solo stampare il biglietto che ho ricevuto via mail, viene chiesto che sia stampato in modo più leggibile possibile, non ho chiesto se si poteva anche solo mostrare la mail, ma visto l’avviso, meglio la buona vecchia carta.

Il biglietto comprendeva: la vista al sito archeologico, la cattedrale e le “guglie ” (terrazza e tetto); insomma un bellissimo giro completo.

Ripeto, visto il tempo non proprio bello l’idea era quella di salire subito sulle terrazze, ma le ragazze all’ingresso ci hanno avvisato che il tetto era impraticabile per ghiaccio e quindi sarebbe stato possibile vedere solo la parte delle guglie e del coro, oppure provare ad aspettare qualche ora e tornare.

Opto per attendere un pochino, così con la mia compagna di avventure andiamo a berci un caffè da Starbucks, ora puristi del caffè a voi la parola!! Potete anche godervi questa lettura scritta quando hanno hanno annunciato l’apertura in Italia…

guglie del duomo

La Cattedrale

Al nostro ritorno ci viene consigliato di aspettare ancora un’oretta perché stanno cercando di ripristinare il pavimento del tetto, così tagliamo la testa al toro (nessun toro è stato maltrattato) e partiamo con la visita della Cattedrale e dell’area archeologica sotto stante.

La cosa è piuttosto rapida, anche se venite controllati con il metal detector e tutte le borse/zaini vengono aperte e perquisite prima dell’ingresso.

Una volta all’interno potete noleggiare un’audio guida e godevi questo luogo conoscendone i segreti più nascosti, noi abbiamo preferito andare a braccio, stupendoci ad ogni rosone e ad ogni arco che si leva leggero verso la volta.

Nonostante lo stile gotico l’interno del Duomo lo trovo luminoso e accogliente, non ti da la sensazione di un luogo austero e cupo, le alte e coloratissime vetrate sono dei capolavori, così come i soffitti decorati. Inoltre non potete non perdervi guardando i mosaici del pavimento.

Insomma ogni angolo e colonna valgono la visita.

Non voglio darvi informazioni storiche e didascaliche che potete trovare ovunque, voglio solo provare ad farvi arrivare la mia emozione nel solcare queste navate.

Il mio consiglio è quindi quello di passeggiare con calma, cercando di cogliere tutte le sfumature che caratterizzano questo posto.

interno duomo di milano

L’area Archeologica

Una parte molto interessante è sicuramente l’area archeologica, che si estende sotto il sagrato del Duomo, vi si accede dall’interno della Cattedrale, attraverso uno stretto cunicolo.

Qui si possono vedere i resti di altre chiese (una in particolare), ammirando i bellissimi intarsi che adornavano le facciate, i capitelli e i pavimenti a mosaico,

Inoltre è bello cercare di immaginare cosa doveva essere nel passato studiando le mappe sovrapposte della Milano romana/medievale e quella moderna.

La visita di questa parte è accompagnata da pannelli illustrati, non è grandissima e richiede circa un’a mezz’oretta.

area archeologica Duomo di Milano

Le Terrazze

La pazienza è stata premiata, infatti per le ore 13 è stato riaperto anche il tetto, così presa l’ascensore siamo arrivati al piano delle terrazze, in una selva sconfinata di guglie tornite, sembrano ricamate.

Io ho ricordo vago, di quando bambina, salii a piedi sul Duomo di Milano con mio nonno, ma nell’attimo esatto in cui ho messo piede all’esterno dell’ascensore è stato come essere tornata a quel momento.

io sul Duomo di Milano

Era però una calda giornata primaverile e il sole faceva luccicare la Madonnina, oggi invece il cielo è bianco e il marmo venato appena risalta più di ogni altra cosa.

Incredula passeggio lungo il camminamento, peccato che la guglia maggiore (quella della Madonnina appunto) sia in fase di ristrutturazione, comunque la città sottostante e le statue a sentinella di questo capolavoro non deludono.

Dopo aver percorso praticamente tutto il perimetro è ora di affrontare gli ultimi 15 mt e salire sul tetto, ma ahimè che delusione!

Infatti i lavori di restauro della guglia principale e parte del tetto impediscono di ammirare questo luogo nella sua integrità, decisamente deludente.

Quindi se non sono finiti i lavori, accontentatevi delle terrazze perché sopra è un cantiere e credo che neppure una giornata di sole possa compensare la cosa.

La Madonnina è visibile dalle terrazze e potete giocare a nascondino con lei, senza arrampicarvi fino in cima.

duomo di milano

Se ti trovi a Milano e hai voglia di vederla sotto una nuova prospettiva non puoi farti mancare questa bellissima visita, io ringrazio Musment per questa possibilità, è stato un bel modo per salutare una città che amo e che per un po’ non potrò vedere e vivere…

Ah, per chi volesse vedere il Cenacolo, Musement ha anche questa visita tra le sue “experiences”! 😉

Continuate a seguirmi sui miei canali social perché ne vedete delle belle, soprattutto ora che la partenza si avvicina: Facebook e Instagram, ma anche Pinterest.

Potrebbe interessarti anche

6 commento

Paola 26/01/2019 - 15:57

Io sono stata parecchie volte a Milano, ma non ho mai visto il duomo e me ne vergogno pure un po’! Tra l’altro non sapevo neanche che ci fosse un’area archeologica visitabile… mi devo munire di marsupio e passeggino pieghevole e trascinare il piccolo in questa visita, soprattutto se con il biglietto già fatto in anticipo non ci sono code da fare.

Reply
Sandra 26/01/2019 - 15:59

Solo le code per entrare, ma in giornate feriali non credo ci sia una gran ressa, magari eviterei agosto! Credo che valga assolutamente la pena di fare questa visita almeno una volta nella vita!

Reply
Simona 27/01/2019 - 14:01

Le Guglie, la terrazza, la Storia. Mi credi se ti dico che non sono mai entrata nel Duomo di Milano? Aiuto, che vergogna! A mio discapito devo dire che non sono mai stata veramente a Milano se non per lavoro tre giorni e ovviamente non ho potuto girovagare a modo mio. Spero di tornare presto e stavolta la visita al Duomo non potrà mancare!

Reply
Sandra 28/01/2019 - 09:53

Simo, il Duomo va visto! Quando verrai a Milano spero di essere in zona, così ti accompagno io a vedere qualcosa, magari di insolito di questa città che io amo!

Reply
valekappa90 28/01/2019 - 12:30

Anche io ho fatto la tua stessa esperienza, sempre con Musement! Mi è piaciuta moltissimo, le terrazze del Duomo sono un qualcosa di spettacolare, per non parlare poi dei tesori all’interno della cattedrale! Bellissimo!

Reply
Sandra 28/01/2019 - 20:03

Ma dai?! Bello! Comunque una bella esperienza, perché il Duomo è meraviglioso

Reply

Hai voglia di dire la tua? Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: